Ho trascorso una settimana a Dublino, con qualche fuga fuori dalle città alla scoperta di alcuni tra i paesaggi più belli e i luoghi più significativi dell’Irlanda. Ho di nuovo assecondato i miei ritmi e soprattutto i miei interessi: c'è stato spazio per la letteratura irlandese e per l’architettura, per i cimiteri e per l’archeologia, per la birra e per i prati verdi punteggiati di pecore. La cosa che mi piace particolarmente di Dublino è il fatto che sia una città multiculturale come Londra ma senza il caos che la caratterizza. Gli Irlandesi, in modo particolare i Dublinesi, si sono rivelati gentili e disponibili: molto easy going. Questa è una cosa che mi ha colpito tantissimo degli Irlandesi al mio arrivo a Dublino. Ho scelto l'autunno come periodo del mio viaggio, perchè volevo vedere l'esplosione di quei meravigliosi colori, difatti visitare alcune località come la contea di Wicklow è stato emozionante. Ricordo perfettamente l'emozione provata quando i miei occhi hanno avuto la possibilità di vedere Lough Tay, credevo che non esistesse nulla di più bello, poi ho visto Balos a Creta... Ma di questo ve ne parlerò più avanti.